Home Bugiardini D DATSCAN

0 144

PRINCIPIO ATTIVO:
Ioflupane (123I)
ECCIPIENTI:
Acido acetico, sodio acetato, etanolo e acqua per preparazioni iniettabili.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Prodotto radiofarmaceutico usato a scopi diagnostici. Un ra-diofarmaco diagnostico è un prodotto che, quando iniettato, si accumula temporaneamente in
una parte specifica del corpo. Poichè il prodotto contiene una piccola quantità di radioattività,la sua presenza può essere rilevata dall’esterno del corpo utilizzando speciali macchine fotografiche che possono fornire un’immagine chiamata scansione. Questa scansione mosteràesattamente la distribuzione della radioattività all’interno dell’organo e del corpo. Tutto ciò dà al medico l’informazione per valutare la struttura e la funzionalità di quell’organo.
INDICAZIONI:
Quando DaTSCAN viene iniettato, viene trasportato dal sangue per tutto il corpo esi accumula in una piccola area del cervello. Il parkinsonismo è strettamente associato ad alterazioni che si verificano nell’area del cervello dove DaTSCAN si accumula. La scansione per-mette al medico di ottenere informazioni sui cambiamenti avvenuti in quest’area del cervello. Le informazioni ottenute grazie alla scansione possono essere molto utili nella diagnosi delle con-dizioni del paziente e aiutare il medico nella scelta del possibile trattamento.
CONTROINDICAZIONI:
Non usi Da
TSCAN:
se lei è in gravidanza. in caso di ipersensibilità (allergia)allo iodio o ad uno degli eccipienti di Da
TSCAN EFFETTI COLLATERALI:
Come tutti i medicinali, DaTSCAN può avere effetti collaterali. Gli effetti col-laterali più comuni sono mal di testa, vertigini (capogiro) e aumento dell’appetito. Un effetto meno comune è una lieve sensazione di irritazione simile a formiche che strisciano sulla pelle(formicolio). La quantità di radioattività nell’organismo, risultante dalla somministrazione di DaTSCAN, è molto bassa e sarà eliminata in pochi giorni senza l’esigenza di particolari precauzioni. Per qualsiasi dubbio, consultare il proprio medico.
PRECAUZIONI D’IMPIEGO:
Non è consigliato per essere usato in pazienti al di sotto dei 18 anni edin pazienti con insufficienza renale o epatica da moderata a grave in quanto non sono disponibili
dati per queste popolazioni. Prima di ricevere DaTSCAN, il medico le chiederà di prendere alcu-ne compresse o liquidi ricchi di iodio che preverranno l’accumulo di radioattività nella tiroide. È importante che lei segua attentamente le istruzioni del medico. Informazioni importanti su alcu-ni eccipienti di Da
TSCAN:
L’uso implica l’esposizione ad una piccola dose di radiazioni. Sebbene questa esposizione sia minore che per alcuni tipi di indagini con raggi X, il medico dovràsempre considerare i possibili rischi e benefici.
USO IN GRAVIDANZA:
Bisogna comunicare al medico se c’è la possibilità che lei sia in gravidanza,oppure se sta allattando. Il medico potrà ritardare l’indagine sino alla fine del periodo di allattamento, o potrà chiederle di interrompere l’allattamento stesso e di scartare il latte fino a quandola radioattività non sarà più presente nel suo organismo. Non è noto se lo ioflupane (
123I) sia
presente nel latte umano, perciò, se la somministrazione è necessaria, l’allattamento maternodeve essere sostituito con l’allattamento artificiale. L’allattamento può essere ripreso quando il
livello di dose radioattiva nel latte materno non sia maggiore di 1 mSv per il bambino.
EFFETTI SULLA GUIDA E USO DI MACCHINARI:
Non altera la propria abilità di guidare o utilizzare macchinari.
INTERAZIONI:
Alcuni farmaci e sostanze come anfetamina, benztropina, buproprione, cocaina,mazindolo, sertralina metilfenidato e fentermina possono interferire con la diagnosi effettuata
tramite DaTSCAN. Altri farmaci usati nel trattamento del morbo di Parkinson come ad esempiolevodopa, non interferiscono con le immagini e possono, quindi, continuare ad essere assunti. Potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di alcuni farmaci poco tempo prima dellasomministrazione di DaTSCAN, se il medico ritiene che questi possano interferire con la qualità delle immagini ottenuta. Onde evitare possibili interazioni con altri farmaci bisogna avvertire ilproprio medico in caso si stiano assumendo altri farmaci, con prescrizione o senza.
POSOLOGIA:
L’efficacia clinica è stata dimostrata lungo l’intervallo tra 111-185MBq. La dosesomministrata non deve superare i 185 MBq. DaTSCAN viene somministrato per via endovenosa. Una dose singola è sufficiente per dare al medico le informazioni di cui necessita. L’ese-cuzione dell’esame può iniziare tra le tre e le sei ore dopo la somministrazione di DaTSCAN.
SOVRADOSAGGIO:
Poichè DaTSCAN viene somministrato sotto stretto controllo medico, qualsiasisovradosaggio è improbabile. Il medico le consiglierà di assumere una grande quantità di liquidi in modo da accelerare l’eliminazione di qualsiasi traccia di radiofarmaco dall’organismo. Lei do-vrà prendere precauzioni atte ad evitare contaminazione con la radioattività eliminata utilizzando tali metodi. Questa è una procedura standard nell’uso di radiofarmaci diagnostici. Ogni residuodi ioflupane (
123I) che rimane nell’organismo perde naturalmente la sua radioattività. Poichè esistono leggi severe che regolano l’uso, la manipolazione e lo smaltimento di materiale radioatti-vo, DaTSCAN deve sempre essere usato in ospedale o in ambienti similari. Deve essere
manipolato e somministrato solo da personale preparato e qualificato per maneggiare materialeradioattivo rispettando i criteri di sicurezza. È necessario che i pazienti siano informati sulle precauzioni da prendere
SCADENZA E NORME DI CONSERVAZIONE:
Non conservare a temperature superiori ai 25-oC. Noncongelare.